Agritur Primo Sole

Mechel - Val di Non
Trentino

Fraz. Mechel n.28,
38023 CLES (TN)

+39 0463 600183
+39 338 8731132 Rosario
+39 329 8076249 Silvana
agriturprimosole@gmail.com

Mechel e la Val di Non

Mechel e Cles

 

Mechel, paesino rurale di circa 400 abitanti, è posizionato alle pendici del Monte di Cles ed è il primo paese della valle che riceve i caldi raggi del sole del mattino: il “Primo Sole”. Si trova a circa tre chilometri dal centro di Cles, il capoluogo amministrativo della Val di Non, che è sede delle principali istituzioni locali e dei servizi, ed è centro rinomato per la ristorazione, il commercio e le attività culturali.
Mechel ha una lunga storia in quanto è uno dei tre primi insediamenti retici della Val di Non; proprio nelle vicinanze dell’Agritur Primo Sole, in località denominata “Vallemporga” sono stati rinvenuti numerossissimi reperti archeologici che a tutt’oggi vengono custoditi nel Museo retico di Sanzeno e presso il Museo Tridentino delle Scienze Naturali di Trento. La  storia del paese è stata caratterizzata, per secoli, da un’economia agricola di sussistenza, da estrema povertà e precarie condizioni di vita. Solo recentemente, negli ultimi cinquant’anni, lo sviluppo della coltivazione della mela ha portato un progressivo miglioramento delle condizioni economiche. Oggi Mechel sta vivendo un periodo sereno della propria storia e le numerose ristrutturazioni edilizie testimoniano la volontà dei suoi abitanti di guardare verso il futuro.

Cles
Mechel
Mechel e Cles
Mechel e Cles 2
Mechel inverno
1/5 
start stop bwd fwd

Cosa Trovate

 

A Mechel troverete…. “il Primo Sole” del mattino!
Troverete l’accoglienza della famiglia Poletti ed il calore degli ambienti dell’Agritur Primo Sole, troverete la tranquillità di un paesino rurale e il silenzio del bosco incontaminato, troverete la vista di una splendida valle che vi accompagnerà lungo i percorsi di facili escursioni.
Troverete, nella piazza principale del paese, un piccolo ma importantissimo punto vendita, la Famiglia Cooperativa, e un grazioso Bar “Al Molin” con annessa una comoda e funzionalissima sala civica per riunioni, cene e feste. Troverete la Chiesa di Santa Maria Assunta e l’antica Chiesetta di San Lorenzo, patrono del paese, troverete un parco giochi per i bambini, comodi parcheggi pubblici ed un servizio di autobus che collega Mechel a Cles. La vita sociale di Mechel viene animata da alcune associazioni che contribuiscono a tenere viva e vitale la comunità, a mantenere le tradizioni culturali e religiose, e ad allietare la popolazione in iniziative nuove. Le donne rurali sono un gruppo di signore che aiutano la comunità nelle feste, nel dopo concerto e tutte quelle occasioni nelle quali si ha  bisogno di aiuto, in particolare per la preparezione di prelibati spuntini con una specialità finale che sono le frittelle di mele. Rina la rappresentante e tutte le altre signore sono quindi vere e proprie ambasciatrici della gastronomia di Mechel!! Il coro parrocchiale diretto da sempre e con amore da mio zio Aldo, " el Zep", è un importante riferimento, culturale, ma soprattutto religioso per tutta la comunità. Il coro, oltre che essere momento di ritrovo, per stare insieme e fare comunità, è sopratutto uno strumento importante per rendere solenni tutte le celebrazioni liturgiche. Coro dalla lunga storia e apprezzato anche fuori paese per la qualità delle sue esecuzioni canore. Il "Gruppo San Lorenzo" è un' altra realtà storica del paese, attivo in tutte le occasioni ove si renda necessaria la presenza e l' aiuto di molte persone per organizzare e per fare. In particolar modo il gruppo si distingue per l' organizzazione della sagra paesana che solitamente cade nella prima decade di agosto,  vero e proprio appuntamento da non perdere. La sagra nel corso degli anni si è arricchita con una corsa campestre, un palio di biciclette, serate rock per i giovani e una ciliegina sulla torta è la serata della rievocazione storica. Questa recita, tenuta con preziosi abiti storici appositamente commissionati e confezionati, riesce nel contesto della sagra a creare un collegamento con il passato e la storia dei nostri avi, riproponendo la vita e le sofferenze di tempi lontani. Rinaldo Deromedi è da sempre l' anima di questo gruppo e da più di tre decadi ne è il leader trainante. Da Mechel ora ci spostiamo un pò più in basso....

A cinque minuti di macchina dal paese troverete il capoluogo della valle, Cles; qui si trovano l’ospedale civile “Valli del Noce”, le stazioni delle forze dell’ordine, la caserma dei vigili del fuoco,  la sede delle Poste Italiane e tutto ciò che riguarda la ricettività ed il commercio.
A Cles si trovano anche le nostre radici storiche e culturali: la Tavola Clesiana, il Palazzo Assessorile, le numerose chiese, la nuovissima biblioteca, il Cinema-Teatro e l’ufficio Pro Loco come punto di riferimento aperto nel corso di tutto l’anno.
A Cles, nelle immediate vicinanze di Mechel, anzi proprio sotto Mechel, si trova anche la possibilità di fare tanto sport presso il Centro per lo Sport e del Tempo Libero, un’imponente struttura immersa nel verde e con una splendida vista sulle Dolomiti di Brenta.
A cinque minuti dall’Agritur Primo Sole troverete, quindi, risposta ad ogni vostra esigenza di salute, sicurezza, conoscenza, gastronomia, sport e divertimento.

Val di Non

 

Demo Image

Demo Image

La Val di Non è la più ampia valle del Trentino, è situata nella parte nord-occidentale della provincia ed è ricca di boschi, corsi d’acqua e, naturalmente, di frutteti, che l’hanno resa famosa in tutta  Italia. La valle si prospetta come un ampio altipiano verde, attraversato dal torrente Noce, e da altri numerosi corsi d’acqua che, per millenni, hanno eroso la roccia originando gole, burroni ed insenature. Questi fantastici spettacoli naturali, rimasti per secoli nascosti ed inaccessibili, sono stati recentemente riscoperti e sono oggi percorribili in suggestivi percorsi costruiti nella roccia. (Canyon Rio Sass e Parco Fluviale Novella).

Il capoluogo geografico ed amministrativo della Val di Non è Cles che sorge in prossimità del grande lago artificiale di Santa Giustina; il territorio, tutt’intorno è delimitato dalle montagne, la Catena delle Maddalene a nord,  ad oriente i Monti Anauni, che la separano dalla Val d'Adige e la cui cima più rappresentativa è il Monte Roèn, e le Dolomiti di Brenta a sud-ovest, già riconosciute come patrimonio universale dell’UNESCO. Qui si trova il Parco Naturale Adamello-Brenta, habitat naturale dell’orso bruno. In valle sono presenti numerosi laghi, come il già citato lago di Santa Giustina, il lago di Coredo, il lago di Tavon, il lago Smeraldo, il lago Santa Maria di Tret, nonché il famoso Lago di Tovel.

Lago Santa Giustina da Revò
lago Smeraldo
Lago_Coredo
lago_di_tret
Lago_Santa_Giustina
lago_tovel_1965
1/6 
start stop bwd fwd
La valle è ricca di storia, dal tempo dei reti, le cui testimonianze sono conservate presso il Museo Retico di Sanzeno, al tempo degli antichi romani che avevano intuito l'importanza di questi territori vicini al Passo del Brennero e li avevano annessi al loro Impero dando anche ai suoi abitanti la cittadinanza romana (Tavola Clesiana), fino al Medioevo, periodo in cui sorgono numerosi castelli, come Castel Thun, Castel Bragher, Castel Coredo, Castel Cles, Castel Nanno, Castel Belasi, e molti altri.
11 Foto vetrina (101)
39 Foto vetrina (14)
40 Foto vetrina (15)
42 Foto vetrina (95)
Castel Belasi
Castel Bragher
Castel Nanno
Castel Thun
castel_cles
Castel_Coredo
Castellinsieme Bresimo (20)
Castellinsieme Bresimo (49)
01/12 
start stop bwd fwd

Rilevanti sono anche le testimonianze storiche di tipo religioso come il Santuario di San Romedio, patrono della valle, prossimo ad essere inserito nei beni dell’UNESCO, e la basilica dei Santi Martiri Anauniensi di Sanzeno, oltre a tutta una serie di chiese più o meno grandi, eremi e capitelli unite attraverso il “Percorso Jacopeo d’Anaunia”.
Santuario_San_Romedio
Santuario_San_Romedio_2
Santuario_San_Romedio_Inverno
1/3 
start stop bwd fwd

Numerose sono anche le Case Gentilizie, dimora della Nobiltà o palazzi sede delle attività giuridico-amministrative del passato, come il Palazzo Assessorile di Cles, il Palazzo Nero di Coredo,  così denominato a causa dei processi svolti alle streghe durante l'inquisizione, Casa de Gentili di Sanzeno, Casa Campia di Revò.
Palazzo Assessorile Inverno
palazzo_assessorile_affresco_draghi_alati
Palazzo_Assessorile_Cles
Palazzo_Nero_Coredo
1/4 
start stop bwd fwd